Ricette di Paola Gallo (Eboli – Salerno).


Benvenuti: siete nella pagina delle ricette di Paola!

Qui troverete tutte le indicazioni per realizzare le sue specialità, pubblicate qui su “Matilde”.

E se volete comunicare con Paola (che trovate in rete anche sul suo blog Paolafabiola), lo spazio “commenti” in fondo alla pagina è lì apposta per questo :-)

STRUFFOLI NAPOLETANI.

[Questa ricetta partecipa al concorso “Le BlogRicette di Natale 2011 – Premio MatildeTiramiSu – Aperto a tutti dal 15/12/2011 al 28/1/2012].

Ingredienti:

Per gli struffoli

  • 500 g di farina
  • 4 uova
  • 6 tuorli
  • ½ bicchierino di grappa
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco (25 g)
  • olio per friggere

Per la decorazione

  • 500 g di miele millefiori
  • scorzette candite di cedro e di arance
  • confettini e diavoletti (facoltativi)
  • scagliette di mandorle (facoltative)

Preparazione:

  1. Sulla spianatoia disponete la farina a fontana e aggiungete le uova, i tuorli, il mezzo bicchierino di grappa, il lievito di birra sbriciolato e impastate per bene, formando un panetto sodo ma morbido
  2. Tagliate il panetto in parti e formate dei rotolini della grandezza di un dito e tagliateli in piccoli tocchetti di 1 cm circa. Prima di friggerli in abbondante olio bollente è buona norma passare gli struffoli, a piccole dosi, in un setaccio a maglie larghe in modo da eliminare l’eventuale eccesso di farina e avere meno problemi nella frittura
  3. Prendete una manciata di struffoli, passateli al setaccio e poi tuffateli nella padella con l’olio bollente (io uso un wok perchè ha i bordi alti ed la trovo adattissima alle fritture in genere)
  4. Appena gli struffoli entreranno a contatto con l’olio si alzerà una morbida schiuma bianca ma non vi preoccupate, è normalissimo, basta semplicemente mescolare con un cucchiaio (di quelli da minestra), la schiuma si abbasserà da sola e gli struffoli inizieranno a venire a galla, gonfi, e a colorarsi
  5. Quando saranno ben dorati, scolateli con una schiumarola e adagiateli in una ciotola con i bordi alti rivestita di carta assorbente (in modo che l’olio in eccesso venga assorbito per bene)
  6. Terminato di friggere gli struffoli pulite la pentola in cui li avete fritti con della carta assorbente (dopo aver messo da parte tutto l’olio di frittura che non va gettato nel lavandino), stando attenti a non scottarvi
  7. Una volta pulita la padella aggiungervi una goccia di olio (poco poco, giusto un filo che servirà a non far attaccare il miele alla pentola) e versarvi il miele; quindi mettete sul fuoco e lasciate sciogliere dolcemente il miele
  8. Quando vedrete che sarà filante, aggiungete gli struffoli e mescolare per bene in modo da avvolgere tutti gli struffoli con il miele
  9. Versate quindi su un piatto di portata o su 3-4 vassoi più piccoli dando la forma di piramide e decorate con le scorzette candite di cedro e arancia o, volendo, con i confettini colorati e le scagliette di mandorle. O anche, come ho fatto io stavolta, riempiendo dei piccoli pirottini di carta con gli struffoli e decorandoli con le stelline colorate, una sorta di finger food che è piaciuto molto ai miei ospiti.

 

1 risposta a “Ricette di Paola Gallo (Eboli – Salerno).”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...