Ricette di Raffaela Patricelli (Giugliano – Napoli).


Benvenuti sulla pagina delle ricette di Raffaela, dove troverete tutti i dettagli delle sue preparazioni. Se volete farle delle domande, utilizzate lo spazio per i commenti a fondo pagina.

BABBÀ.

Ingredienti:

  • 400 g farina per dolci
  • 6 uova
  • 20 g lievito di birra
  • 2 cucchiai rasi di zucchero
  • 150 g burro
  • un pizzico di sale

per la bagna

  • 1 litro d’acqua
  • 400 g zucchero
  • la buccia di 1 limone
  • 1 bicchiere di rhum

per la decorazione

  • gelatina
  • panna (a piacere)

Preparazione:

  1. Il primo passo da affrontare per la realizzazione di un buon babbà è quello della preparazione del lievitino, il quale si ottiene impastando il lievito di birra con un po’ di acqua (1/2 bicchiere), 50 g di farina e uno dei due cucchiai di zucchero.
  2. Lasciate riposare in un luogo tiepido fino a quando il composto non avrà raddoppiato il volume.
  3. Quando il composto sarà pronto bisognerà aggiungere la farina, l’altro cucchiaio di zucchero e ad una alla volta, mescolando di volta in volta, le uova intere. Fatto questo impasto si aggiunge lentamente il burro sciolto, precedentemente, a bagnomaria e un pizzico di sale.
  4. Mescolate il tutto fino a quando l’impasto non diventa compatto ed elastico. A questo punto coprite la ciotola con un panno e lasciate riposare di nuovo l’impasto in luogo tiepido fino a quando questo non avrà raddoppiato di nuovo il suo volume.
  5. Versate l’impasto in uno stampo imburrato e infarinato (così non si attacca) e fatelo lievitare di nuovo fino a quando non avrà raggiunto l’orlo.
  6. Cuocerlo a 180°C per circa 50 min vi accorgerete della cottura quando si sarà dorato.
  7. Da parte preparate la bagna, portando ad ebollizione, in una pentola, il litro di acqua con i 400 gr di zucchero e le scorzette di limone. Il tempo di ebollizione è di circa 10-15 minuti dopodiché spegnete la fiamma e versate all’interno il bicchiere di rhum.
  8. Per bagnare il babbà dovete versare lentamente con un mestolo il sughetto preparato sul babbà tolto dalla teglia. Vi consiglio di poggiarlo in un contenitore più grande della forma del babbà che abbia i laterali alti, perché la bagna tende a fuoriuscire, così potete recuperarla.
  9. Versate lentamente la bagna fino a quando il dolce non avrà assorbito il tutto, mi raccomando di toccare il dolce con le mani e vedere se ci sono parti più secche dove intervenire con il sughetto. Se volete verificare l’interno vi consigli di utilizzare uno stuzzicadenti lungo.

babbà

2 risposte a “Ricette di Raffaela Patricelli (Giugliano – Napoli).”

  1. Veramente stupefacente !!!! Beato il fortunato gustatore!!!!
    Sei veramente molto brava …. è una ricetta di mamma???
    P.S.: l’unica mia perplessità è la grandezza dello stampo che a quanto si possa capire è basso e molto largo… potresti dirmi di quanti cm. è?
    ciao, Lory

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...